Chiudi Luca Picchio Live Testimonianze Prenota Subito #Blog
Indietro

A risolvere i 3 principali problemi che ti tengono sveglio la notte!

A COSA SERVE AVERE UN PIANO ORGANIZZATIVO?

La maggior parte dei parrucchieri concentra tutte le proprie attenzioni e risorse sui capelli.

Quelli “bravi” si aggiornano sulle tecniche di taglio e colore, scelgono i prodotti migliori, si impegnano a fare pieghe spettacolari.

Eppure questo non li rende automaticamente bravi, né leader di mercato.

 

Sia chiaro, la qualità e la preparazione sono la base di un salone di successo … ma cosa accadrebbe se tu - parrucchiere che ambisci ad una vita migliore, a risultati economici più esaltanti e ad una reputazione di rispetto nel tuo mercato - dedicassi parte del tuo tempo a costruire e mettere in pratica un PIANO ORGANIZZATIVO?

 

Te lo dico io cosa accadrebbe: RISOLVERESTI I 3 PRINCIPALI PROBLEMI DI TUTTI I PARRUCCHIERI DEL MONDO:

 

1.     COLLABORATORI

2.     CLIENTI

3.     GUADAGNO

 

Quando si pensa ad aprire o rilanciare un salone il piano organizzativo è sempre sottovalutato, eppure è un aspetto cruciale, perché è quell’elemento che fa la differenza e a cui pochi si dedicano!

 

Essenziale per la nascita di un piano organizzativo è però avere un OBIETTIVO CHIARO.

Il parrucchiere titolare di salone che ha una visione a 3 o 5 anni ha la possibilità di costruire un progetto e dunque un piano per realizzarlo.

 

Perché dico che risolve i 3 problemi che ti tolgono il sonno?

Perché se hai uno staff demotivato sai già che lavorerà male, producendo clienti scontente e mancati guadagni.

 

Al contrario, uno staff che conosce i tuoi obiettivi, che viene reso partecipe di un “sogno” e di un percorso comune, e che sa come determinati risultati verranno perseguiti, diventerà parte del tuo progetto, sentendosene responsabile in prima persona ed esprimerà tutto il suo potenziale.

 

In poche parole il piano organizzativo trasforma la visione in un progetto e responsabilizza i collaboratori, generando energia e qualità a beneficio della clientela … e dunque anche del fatturato!


Indietro